fbpx

web / Il tuo sito è pronto al mobile first indexing?

  • Silvia
  • 0 Views
  • 0 Comment
  • digital analytics . marketing . motori di ricerca . search engine optimization . seo .

Imminenti cambiamenti in casa Google: a partire dal 1° luglio 2019 il colosso della rete attiverà un nuovo sistema di indicizzazione dei siti web definito Mobile First Indexing, in virtù di ciò che lo contraddistingue. Infatti, Google classificherà i vari siti all’interno della SERP (Pagina dei Risultati del Motore di Ricerca) dando priorità ai contenuti della versione mobile.

La decisione di modificare l’algoritmo di Google che determina il funzionamento del robot di indicizzazione dei motori di ricerca è dovuta all’aumento degli utenti che navigano da mobile. Si tratta di consumatori che richiedono sempre più informazioni chiare e veloci, ragione per cui un sito deve rispondere immediatamente alla ricerca che l’utente avvia da un dispositivo mobile.

A fronte di questi cambiamenti la domanda sorge spontanea: il sito web della mia azienda risponde ai nuovi criteri di indicizzazione di Google o sarà automaticamente inserito tra gli ultimi risultati di ricerca, non ottenendo più visibilità?

Innanzitutto è importante ricordare che tale meccanismo di indicizzazione verrà applicato ai nuovi siti web, non noti alla ricerca di Google. Di conseguenza, sarà compito di chi sviluppa il nuovo sito avere cura di renderlo adatto alla navigazione da dispositivo mobile.

Finora molti webmaster si sono limitati a creare la versione del sito per il mobile in maniera molto più ridotta rispetto alla versione del sito per il desktop: meno contenuti, talvolta solo quelli indispensabili, meno pagine, meno risorse. Questo principalmente per ragioni di spazio e dimensioni.

A fronte della rivoluzione mobile avviata da Google, non sarà più possibile pensare i siti web solo ed esclusivamente per la navigazione da desktop. Privare la versione mobile di contenuti che invece sono presenti nella versione integrale significherà perdere il posizionamento del sito rispetto alla ricerca tramite date parole chiave. Per questo è importante orientare lo sviluppo di un sito web all’uniformità tra le due opzioni di navigazione.

Per quel che riguarda i siti già online, sarà fondamentale ottimizzare la navigazione del sito da mobile, soprattutto per tutti i siti che non sono ancora responsive adaptive. Nel primo caso si tratta di siti che adattano la visualizzazione al dispositivo da cui l’utente naviga. Nel secondo, invece, si tratta di siti che offrono differenti presentazioni del contenuto a seconda del dispositivo da cui sono visualizzati. Entrambe le soluzioni sono valide per andare incontro al Mobile First Indexing di Google in quanto entrambe pongono al centro dell’interesse la user experience.

In linea generale, ecco le domande da porsi per valutare la qualità del proprio sito e ottimizzarlo ai fini della visibilità sul motore di ricerca:

1) Il mio sito è mobile friendly?

Il sito deve essere almeno responsive, in quanto solo così garantisce all’utente un’esperienza di navigazione gratificante. Più il design delle pagine sarà piacevole e più sarà efficace la modalità di navigazione per la ricerca di informazioni, più sarà apprezzato dagli utenti e meglio verrà indicizzato da Google.

2) Il mio sito è sufficientemente veloce?

L’utente medio non è disposto a spendere molto tempo online per la ricerca di informazioni e, infatti, la maggior parte degli utenti abbandona un sito dopo soli 10 secondi di attesa. L’obiettivo, dunque, è quello di velocizzare il più possibile il caricamento delle pagine e dei relativi contenuti, in maniera tale da mantenere l’utente all’interno del sito.

3) La navigazione nel mio sito è chiara ed intuitiva?

Il sito deve rispettare i principi della user experience, offrendo la possibilità di comprendere immediatamente dove si trovano le informazioni di cui l’utente necessita. Inoltre, sono importanti la chiarezza espositiva e la leggibilità, per cui è fondamentale eliminare i testi troppo lunghi, modificare i caratteri di difficile lettura e rendere le call-to-ation evidenti.

Se hai risposto sì a solo una di queste domande, contattaci!

Il tuo sito ha bisogno di essere ottimizzato: sapremo intervenire al meglio per renderlo efficace e visibile tra i risultati di ricerca di Google.