comunicazione / Non ho tempo per fare marketing

  • Dario
  • 0 Views
  • 0 Comment
  • marketing . tempo .



Il dott. Rossi è diventato un imprenditore.
È diventato imprenditore dopo essersi impegnato da operaio.

Il dott. Rossi lavora nel campo dell’automazione industriale e gestisce una media impresa con operai al suo interno. Crea le strategie di marketing e ottimizza l’organizzazione aziendale. Difficilmente riesce a ricavarsi del tempo libero.

Spesso però il sig. Rossi si trova a dover rimanere a lavoro fino a tardi non vedendo nemmeno la moglie e i figli perché è immerso in uno stato di emergenza costante fatto di imprevisti e criticità da risolvere dall’oggi al domani.

Giustamente ciò che desidera chiunque sia a capo di un’azienda è aumentare il fatturato, ma ad un incremento di lavoro devono necessariamente aumentare i contatti, le vendite ed i clienti.

Come fa il sig. Rossi a pensare anche di trovare nuovi contatti se deve seguire mille altre cose interne?

Ogni giorno dopo, 14/15 ore di lavoro, è fisiologica una stanchezza fisica e mentale. Nessuno riuscirebbe ad essere così lucido per elaborare nuove tecniche comunicative per esprimere quanto vale la propria attività. Si è stanchi e l’unica cosa che si riesce a pensare è di rientrare a casa e godersi un po’ di relax.

Il tempo sembra non sia mai abbastanza.
Rincorriamo sempre mille cose da fare, tralasciandone sempre qualcuna, non perché sia meno importante, ma perché non abbiamo tempo…Allora che possiamo fare se siamo nella stessa situazione del Sig. Rossi?
Mai come ora il marketing può diventare un passo strategico per aiutare un’impresa ad occuparsi della promozione di prodotti, servizi e valori della propria azienda.

In Italia c’è chi non ha idea di come promuovere i propri prodotti.

Oggi la competizione è globale. Anche se tu hai il tuo negozietto di provincia, tieni ben presente che in realtà sei in competizione con il mondo… Amazon insegna.

Aprire un negozio e tenerlo aperto per più di 5 anni, è difficilissimo. E sempre più attività sono in balia degli eventi.

Fare impresa, fare attività, vendere un servizio fatto da te, ma anche fatto da altri, insomma essere sul mercato, significa fare marketing. Dobbiamo essere dentro quel settore in cui abbiamo la necessità di avvicinare potenziali clienti, proporre quello che vendiamo nel modo migliore, valorizzarlo affinché esca dalla competizione del prezzo, affinché possa essere venduto ad una cifra più alta e in maniera ripetuta nel tempo.

Da imprenditore credi che costruire delle macchine ad automazione industriale alla perfezione basti per differenziarti dagli altri vero?
Non è tutto.
Il dott. Rossi un giorno dentro il suo ufficio al di la della sua scrivania in legno scuro verniciato, mi disse una frase che mi ha colpito moltissimo: “In che modo, tu, uomo di marketing, mi aiuti a far sedere un potenziale cliente sulla sedia dove sei seduto tu ora?” È nel momento in cui è seduto sulla sedia che si aprono le probabilità che abbia voglia di acquistare il servizio o prodotto che gli sto proponendo.

Parola d’ordine: fare marketing!

Gli strumenti di marketing sono molteplici, ma, qual è quello giusto per me?
Forse questo non è il quesito migliore, per ottenere una risposta esauriente.

Ogni imprenditore dovrebbe invece chiedersi:
1. Quali sono i servizi/prodotti che mi distinguono da altri?
2. In che mercato sto entrando?
3. Come posso battere i miei competitor?
4. Qual è il problema che risolvo al mio cliente?

Rispondendo a queste 4 semplici domande, scavando a fondo su questi 4 temi differenti, avrò modo di capire dove posso concentrare il budget che ho a disposizione.
A volte se non abbiamo individuato bene quali sono le specificità non possiamo avere la velleità di investire del denaro e aspettarci dei risultati strabilianti.
Noi stessi ci siamo imbattuti in imprenditori che volevano lanciare dei prodotti online e offline ma senza un adeguata consapevolezza del prodotto, del mercato, della concorrenza e della problematica che vado a risolvere, abbiamo fortemente sconsigliato un certo tipo servizio perché molto probabilmente non avrebbe mai portato i risultati che l’imprenditore si aspettava.

È proprio in questo passaggio che chi è a capo di un’azienda viene fuorviato. L’investimento più prezioso e più utile che può fare verso se stesso non è capire come funziona una campagna di AdWords o tecnicamente come viene realizzato uno scatto fotografico… la funzione più importante per gli imprenditori che sono lontani dal marketing è sviluppare la logica ragionata su come siamo percepiti dai nostri clienti, cosa potremmo fare per utilizzare un messaggio più efficace rispetto la concorrenza, come potremmo fare per occupare uno spazio privilegiato dentro la testa del nostro consumatore!

Ora dirai ciò che mi disse il Sig. Rossi… Non ho tempo per fare marketing…

Ed è vero, ma proprio nel passaggio di conoscenze tra titolare d’azienda e professionista del marketing sta la chiave di una buona strategia.

La chiave non è avere grandi budget da investire ma ricavarsi “dell’utilissimo tempo” da condividere con uno specialista. Interrogarsi, ragionare, parlare… sarà proprio lui poi a proporre la giusta strada da percorrere.

Qui di seguito alcune testimonianze di importanti clienti che si sono affidano a Grafì Comunicazione.

Se devi realizzare o implementare un servizio o lanciare un prodotto e vuoi una valutazione, un incontro assieme può stimolare le capacità dell’imprenditore.

nuovi clienti b2b - recensioni